Barriere di protezione

Ad oggi, le moderne tecnologie per la protezione degli edifici, hanno introdotto un nuovo concetto di barriere antintrusione che non sono più fatte di materiali pesanti e resistenti, ma al contrario, sono molto leggere e capaci, se violate, di generare segnali di allarme; tali sistemi antintrusione, sono inoltre facili da installare grazie all’utilizzo della tecnologia wireless, la quale non richiede il loro collegamento ad altri sistemi.

Le barriere wireless sfruttano la tecnologia dei raggi infrarossi mediante i quali comunicano con gli elementi lineari che le compongono. Ogni coppia di elementi lineari può essere applicata sia all’interno degli edifici che al loro esterno.

Noi dell’azienda Securvis, attiva in tutta la zona di Padova, ci occupiamo dell’installazione di sensori e barriere antintrusione per negozi, uffici aziendali, laboratori, archivi, gioiellerie, banche ecc..

Gli impianti da noi forniti sono tutti di elevata qualità ed efficienza pur avendo prezzi economici e molto competitivi sul mercato.

Contattaci per ricevere preventivi gratuiti; operiamo in tutta la provincia di Padova.

Composizione delle barriere

In ogni coppia di barriere sono presenti due dispositivi di controllo:

  • Il master: presente su di un elemento della coppia
  • Lo slave: posizionato sull’altro elemento

Essi coordinano, rispettivamente, i  trasmettitori ed i ricevitori di raggi infrarossi collocati negli elementi lineari. Questi ultimi presentano uno spessore di qualche centimetro e contengono master, slave, trasmettitori e ricevitori.

Le loro ridotte dimensioni  e la loro facilità di installazione, consentono l’utilizzo delle barriere ovunque ci sia un’area o un varco da proteggere; l’unica cosa importante è disporre sempre gli elementi lineari frontalmente tra loro e in maniera parallela.

Le barriere wireless antintrusione producono una segnalazione di allarme quando la loro violazione interrompe la comunicazione dei raggi infrarossi tra ricevitore e trasmettitore.

Quando l’allarme viene interrotto, si genera un fascio di raggi infrarossi; esso può essere costituito da righe equidistanti, più o meno intense, tra gli elementi delle barriere o anche da due semplici raggi che si incrociano tra gli angoli dell’area da proteggere.

Funzionalità e caratteristiche

Un sistema a barriere infrarosse, oltre alla generazione di segnali di allarme, è capace di descrivere alla centralina di allarme il proprio stato, istante per istante, fornendo messaggi di diagnostica straordinari (malfunzionamenti o anomalie) e messaggi di diagnostica ordinari (la segnalazione di batteria scarica).

Le barriere si possono configurare in modo tale da coprire con i raggi infrarossi solo una parte dell’area o del varco da proteggere, ad esempio attivando i raggi infrarossi ad una certa altezza da terra.

In questo modo, gli attraversamenti di aree e varchi protetti, nel caso in cui negli ambienti siano presenti degli animali domestici che girano liberamente per casa, non produrranno segnalazioni di allarme.

Tali barriere sono anche in grado di poter regolare i tempi di risposta degli allarmi, la sensibilità e le modalità di segnalazione di questi. Riducendo la sensibilità del sistema infatti, lo si rende immune alle sollecitazioni atmosferiche particolarmente forti, come venti e piogge che potrebbero generare vita a falsi allarmi.

Contattaci per maggiori dettagli.